“Il padrino dell’antimafia”, Bolzoni racconta la storia di un potere infetto

di Rossana Titone – La Tempesta perfetta, la inizio così la recensione del libro di Attilio Bolzoni “Il padrino dell’antimafia”, edito da Zolfo.
Invero è proprio un capitolo titolato così. Sono 300 pagine, la storia della politica moderna della nostra Sicilia che si intreccia con quella nazionale.
Misteri e oscurità, alcuni venuti fuori altri celati.

La scrittura è fluida, scorrevole, non appesantisce, scandisce il respiro di questa nostra terra.
Affanni, dolori, politica soffocata e connivente con il malaffare. Tutto è un circolo, un circuito dal quale non si esce e se si esce ci si ritorna. E’ la storia di Antonello Montante, il meccanico di Serradifalco, di molti silenzi che hanno finito per strillare più di mille campane. Importante e centrale il ruolo della stampa, di quella stampa che sa farsi strada, che sa fare inchiesta. Sembra la trama di un film, chissà magari qualche produttore vorrà realizzarla, invece è …




Leggi la notizia completa