Scrive Riccardo, sull’atto di razzismo subito da un giovane mentre trasmetteva felicità…

Gentile redazione, non so se accetterete questo articolo che descrive un fatto successo a Palermo, ma tentar non nuoce.
Sabato 11 agosto ho assistito a un disgustoso atto di razzismo in pieno centro di Palermo, seguito da una deprimente omertà dei presenti.
Erano le 18 e 30, fuori dalla Chiesa di San Giuseppe dei Padri Teatini si radunavano come ogni giorno molti turisti, con i relativi tassisti di ape-car per farli salire a bordo. Tra il movimento e il brusio generale si levò della musica molto allegra, ossia il brano “Get Down On It” dei Kool & The Gang, una canzone da festa fra le piú riuscite di sempre. A diffonderla era una cassa collegata a un cellulare, posta su un vecchio motorino Ciao. A guidarlo era un ragazzo con la barba scura, dagli occhî neri. Il suo volto era una Pasqua, gli era venuta in mente questa idea fantastica di portare allegria per …




Leggi la notizia completa