Sicilia, ricostruzione del cranio salva la vita ad un bambino di 11 anni caduto in bici

 All’Ospedale di Villa Sofia a Palermo, un intervento di particolare complessità e delicatezza.
Una ricostruzione per via endocranica e transorbitotemporale, salva la vita ad bambino di 11 anni proveniente dal Pronto soccorso di Sciacca, vittima di un grave incidente con la bicicletta.
Il minore è arrivato al nosocomio palermitano con un gravissimo trauma cranio facciale e fratture dalle ossa frontali, temporali e facciali fino alla base del cranio, coinvolgimento della massa cerebrale e un quadro complicato da una emorragia extra durale ed esposizione del parenchima cerebrale con grave rischio di meningite. Il Trauma Center lo ha accolto per una prima stabilizzazione dei parametri vitali, coordinata dal direttore Antonio Iacono, e da lì è subito scattata la fase operativa che ha coinvolto le Unità operative di Chirurgia Maxillo facciale e di Neurochirurgia, dirette da Dario Sajeva e Silvana Tumbiolo. Il bambino è entrato in sala operatoria dove, entro 12 ore dal trauma, …




Leggi la notizia completa