Cacciatori per abbattere selvaggina. Palmeri (M5s): “Bene impugnativa contro la legge”

  “È un bene che il Consiglio dei ministri abbia impugnato l’art. 33 della Legge di stabilità regionale (la n. 1/2019) che prevedeva l’utilizzo dei cacciatori per prelevare e abbattere la fauna all’interno delle aree protette, allo scopo di ricomporre gli squilibri ecologici”: lo sostiene Valentina Palmeri, deputata regionale del Movimento 5 Stelle, che aveva già ritenuto la disposizione illegittima e presentato infatti un emendamento soppressivo.

“I cacciatori – spiega Palmeri – non possono essere utilizzati nelle attività di controllo della fauna selvatica sull’intero territorio regionale e nelle aree precluse dalla normativa venatoria, oltre alle aree naturali protette. Negli ultimi anni il Governo ha impugnato disposizioni simili contenute in altre leggi regionali. La materia del controllo faunistico è stata disciplinata con la successiva legge n. 157/1992, che la giurisprudenza costituzionale qualifica come norma fondamentale di riforma economico-sociale. Questa legge, all’articolo 19, comma 2, elenca i soggetti deputati al controllo della fauna ed è definita …




Leggi la notizia completa