Alcamo, il Consiglio comunale ha approvato le tariffe Tari per l’anno 2019

Il provvedimento adottato ieri sera dal consesso civico ha determinato un aumento del tributo del 5% per le utenze domestiche e del 7% per le utenze non domestiche. Scongiurata l’impennata del 52% per 31 categorie con l’emendamento approvato dalla sola maggioranza pentastellata. Ritenuto inammissibile un subemendamento presentato dal consigliere comunale Gino Pitò (ABC-Alcamo Cambierà).
La seduta consiliare, svoltasi ieri sera, è stata convocata a seguito della sospensiva proposta dal consigliere comunale Gino Pitò e votata dall’Aula Falcone-Borsellino venerdì scorso. Nel corso del dibattito in Consiglio comunale, infatti, la maggioranza grillina aveva presentato un indirizzo all’ufficio competente alla determinazione delle tariffe per l’applicazione della Tari (tassa sui rifiuti) per l’anno 2019. Nello specifico, i pentastellati avevano costatato degli aumenti delle tariffe disomogenee per 31 categorie di utenze non domestiche che variavano da -4% a + 52%. Una ripartizione degli aumenti dei costi previsti nel Piano Economico Finanziario, approvato il 20 marzo dal Consiglio comunale ( …




Leggi la notizia completa