Le pensioni d’oro dei regionali. La vicenda arriva in Consulta

A rischio la norma che mette un tetto alle pensioni d’oro degli ex dirigenti della Regione Siciliana. A decidere se la legge, votata dall’Ars nel 2014, durante il governo Crocetta, è costituzionale o meno sarà la Consulta. La Corte d’appello della sezione giurisdizionale della Corte dei conti, chiamata a decidere sul ricorso di Piero Di Maggio, ha sollevato il dubbio e ha inviato le carte a Roma. E, nel caso in cui i giudici romani dovessero riconoscere che la legge siciliana è illegittima, le conseguenze sarebbero pesantissime per le casse regionali: tutti gli ex dirigenti che hanno subito il prelievo forzoso sulle loro pensioni, sopra il limite di 160 mila euro, avrebbero diritto a ricevere quanto finora trattenuto.
Il tetto alle super pensioni degli ex dirigenti regionali è stato istituito nel 2014. Dal luglio di quell’anno fino al 31 dicembre 2016 gli ex impiegati della Regione hanno percepito soltanto una parte della propria …




Leggi la notizia completa