Precari Asu: dopo lo sciopero pronti ad inasprire la protesta

“Dopo lo sciopero di questi tre giorni indetto da Ale, Confintesa, Sinalp, Cub e Alba, che ha visto l’adesione del 70% dei 5.000 lavoratori Asu siciliani, siamo pronti ad inasprire la protesta affinchè sia finalmente riconosciuto il diritto alla stabilizzazione. A tal proposito si è già costituito un coordinamento di sindaci, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i primi cittadini siciliani a sostegno degli Asu, che incontreremo in assemblea a metà marzo a Palermo”. Lo dicono Vito Sardo e Mario Mingrino, coordinatori regionali dell’Ale Sicilia.
“L’elevata adesione allo sciopero – aggiungono – ha compromesso l’operatività di molti uffici causando notevoli disagi al pubblico, a dimostrazione dell’importanza del lavoro svolto dagli Asu. Da circa 20 anni, infatti, prestano servizio presso enti pubblici e privati, alla stregua dei dipendenti pubblici, ma senza gli stessi diritti, a partire ad esempio dal versamento dei contributi previdenziali. Di fatto lavorano in nero per la pubblica …




Leggi la notizia completa