Massimo Jevolella: “Che dolore vedere Marsala così sporca. Lottiamo contro gli incivili”

 Cari marsalesi, chi vi scrive non è marsalese di nascita, ma di cuore. Per questo io desidero che voi mi ascoltiate con attenzione. Perché io amo questa città.
Amo la città dove nacque mio padre, Corrado Jevolella, un ingegnere-architetto che nel secolo scorso, prima di trasferirsi a Milano, disegnò e progettò alcuni dei monumenti più caratteristici di Marsala: il bianco palazzo Spanò-Burgio all’angolo tra via XI Maggio e via Eliodoro Lombardi, il singolare campanile-torre della chiesa di San Matteo, e la grande cappella di San Francesco al Cimitero. Fu mio padre a trasmettermi l’amore per questa città. Città che io, nato e vissuto a Milano, conobbi fin da bambino. E dove da molto tempo sognavo di venire ad abitare.

E ora il sogno s’è realizzato. Da tre anni io vivo qui, a due passi dal Capo Boeo. Sto bene, e grazie al cielo non mi manca nulla. Clima mite, …




Leggi la notizia completa