Scrive Caterina Mantia sul rapporto tra donne e musica

L’8 marzo, da qualche tempo a questa parte, viene commemorato, oltre che per difendere i diritti della donna, per cercare di risolvere il grave problema della violenza e dei troppo frequenti femminicidi. Ma, per una volta, lasciamo stare, senza ovviamente mai trascurare questo doloroso argomento e parliamo della donna in musica. Le donne si son sempre sapute muovere con garbo e sono sempre state coriste e ballerine, fattori legati alla musica e sono state grandi ispiratrici di componimenti da parte degli uomini musicisti e, soprattutto, grandi interpreti poco conosciute, perchè la donna è sempre stata messa da parte nel sociale (si parla di un primo direttore d’orchestra donna alla Scala con Susanna Malkki nel 2011).
Nell’antica Grecia le donne danzatrici e coriste furono apprezzate, ma mai evidenziate e rese partecipi a riconoscimenti come lo furono gli uomini. Da tempi remotivi suonavano l’aulos (una sorta di flauto), il barbitas …




Leggi la notizia completa