L’anima di Francois Cheng

Ma io un’anima ce l’ho?
Questa è una domanda che almeno una volta nella vita ci siamo posti tutti quanti. Capita spesso che l’interrogativo esistenziale si presenti in una fase delicata della nostra vita in cui troppi interrogativi non hanno una risposta, l’adolescenza. Personalmente più volte nel corso degli anni ho affrontato la questione perché per fortuna non viviamo solo di affanni del quotidiano ma abbiamo bisogno tutti quanti di qualcosa di immateriale, appunto dell’anima.
Il bellissimo libro dello scrittore franco-cinese Francois Cheng, pubblicato dalla casa editrice Bollati Boringhieri, intitolato “L’anima”, riesce, attraverso l’artificio letterario di sette lettere scritte tra la primavera e l’autunno ad un’amica ritrovata dopo tanti anni, a dare un significato profondo al termine.
E’ un libro delizioso per diverse motivazioni. Intanto il registro medio che non disdegna in più punti un lessico ricercato, funzionale ai concetti filosofici …




Leggi la notizia completa