Stefano Pellegrino critico sul no al co-marketing di Messineo: “I trapanesi si ribellino”

Anche il deputato regionale Stefano Pellegrino, candidato capolista di Forza Italia alle elezioni regionali del 5 novembre, interviene sulla decisione del commissario straordinario del Comune di Trapani, Francesco Messineo, di non sottoscrivere l’accordo di co-marketing.
“L’amministrazione di Trapani – afferma Pellegrino – aveva adottato la tassa di soggiorno a carico degli operatori turistici, e mi preme ricordare che essa è una tassa di scopo e pertanto non può essere usata per scopi diversi. Questa tassa è stata introdotta anche per sostenere il traffico passeggeri del “Vincenzo Florio”, per far conoscere Trapani in tutto il mondo, e per sostenere lo sviluppo economico degli operatori turistici”. Pellegrino ricorda che a Trapani sono registrati allo stato attuale “oltre 600 strutture alberghiere, B&B, e decine di  ristoranti e locali che rischiano fortemente di essere messe in ginocchio per la scelta del commissario straordinario di Trapani, che, nei fatti, decreta la fine degli arrivi turistici nel …




Leggi la notizia completa