Processo a Scimonelli per omicidio Lombardo a Partanna, difesa cerca piste alternative

Ancora testimoni portati dalla difesa, in Corte d’assise, a Trapani, per cercare piste alternative nel processo al 50enne presunto boss mafioso partannese Giovanni Domenico Scimonelli, accusato di essere il mandante dell’omicidio di Salvatore Lombardo, ucciso con due fucilate, a Partanna, davanti il bar “Smart Cafè”, il 21 maggio 2009.
La vittima, un pastore con precedenti penali, aveva 47 anni. Ad accusare Scimonelli di essere il mandante sono stati i due uomini che si sono autoaccusati come killer, Attilio Fogazza, 45 anni, di Gibellina, e Nicolò Nicolosi, anch’egli di 45 anni, di Vita.
Fogazza e Nicolosi, che dopo l’arresto hanno deciso di collaborare con la giustizia, si sono autoaccusati dell’omicidio (a sparare è stato Nicolosi, mentre Fogazza era alla guida dell’auto) e lo scorso 21 aprile sono stati condannati a 16 anni di carcere ciascuno dal gup di Palermo Filippo Anfuso. Tra i testi ascoltati nell’ultima udienza del processo a Scimonelli, …




Leggi la notizia completa