Belice.it

Marsala, il gioielliere D’Angelo racconta in Tribunale la rapina subita nel novembre 2015

 Le drammatiche fasi della rapina commessa nel tardo pomeriggio del 19 novembre 2015 ai danni della gioielleria D’Angelo di via XI Maggio sono state ripercorse, davanti il Tribunale di Marsala, dalla vittima (Saverio D’Angelo), che ha risposto alle domande del pm Giulia D’Alessandro, del presidente del collegio giudicante, Vito Marcello Saladino, e degli avvocati difensori Giacomo Frazzitta e Luigi Pipitone.
Imputati nel processo sono i pregiudicati locali Giovanni Parrinello, di 34 anni, e Andrea Nizza, di 29, entrambi arrestati lo scorso gennaio dopo oltre un anno di indagini. Nella colluttazione con uno dei due rapinatori, il gioielliere riportò la lussazione della mandibola.
Questo il racconto fatto da D’Angelo sulla rapina subita: “E’ entrato un signore che aveva l’aspetto di un normale cliente, anche se aveva un cappellino in testa e un fascia-collo che arrivava fino sotto il naso. Ho pensato che fosse raffreddato. Io ero seduto e stavo facendo …




Leggi la notizia completa