Belice.it

Ha ucciso il patrigno e insieme all’amico lo ha gettato nel tombino, arrestati dai carabinieri

Continui scontri per la sua presunta indolenza nel modo di affrontare la vita, poco studio e molti soldi spesi. Un patrigno di 71 anni, Domenico Citelli, che cercava di far cambiare modo di vivere al ‘figliastro’, tra poco sedicenne, della giovane moglie romena, che da tempo era andata via di casa, lasciando lì però il ragazzo.

E’ in questo scenario, secondo la Procura per i minorenni di Catania, che è maturato l’omicidio del 71enne pensionato, ex dirigente della Regione Siciliana, Domenico Citelli che si era ritirato a vivere a Pedara, sull’Etna.

Il cadavere è stato trovato, avvolto in una coperta legata attorno al corpo con una corda e un peso per tenerlo a fondo e non farlo emergere, in un tombino per gli scarichi reflui vicino la casa della vittima.

Nella villa dell’uomo, in una zona tranquilla, al confine con Nicolosi, frequentata soprattutto da villeggianti, alcuni giorni fa, è avvenuta la …




Leggi la notizia completa