Patente di guida, tolto il divieto per chi soffre di malattie del sangue

 Le malattie cardiovascolari e altri patologie rappresentano uno ostacolo per il conseguimento e il rinnovo della patente di guida, che secondo il Codice della Strada non può essere rilasciata alle persone che soffrono di alcuni gravi disturbi della salute, i cui sintomi potrebbero rappresentare un grosso pericolo qualora si verificassero mentre chi ne è affetto si trova al volante. L’elenco delle malattie include anche quelle ematiche, che colpiscono gli elementi del sangue come le piastrine ed i globuli rossi e bianchi. Il divieto per quest’ultima categoria verrà meno dal prossimo 6 ottobre, in seguito a un Decreto del Presidente della Repubblica emesso il 10 luglio, un atto emanato su iniziativa del Presidente (con l’approvazione dei due rami del Parlamento) per introdurre o modificare una legge in vigore.
RISCHI MINORI PER CHI NE SOFFRE – In questo caso il Presidente, Sergio Mattarella, ha dato ascolto alla scienza, come scritto nel …




Leggi la notizia completa