Un agente della polizia penitenziaria si toglie la vita, il cordoglio dei colleghi: “Basta siamo sotto stress”

Un agente di polizia penitenziaria si è tolta la vita a Termini Imerese. L’agente era tornato oggi dalle ferie. E’ tornato a casa e si è sparato con la pistola di ordinanza.

Per il secondino non c’è stato nulla da fare. I sanitari hanno constatato la morte.

Il cordoglio dei collegi. “Non ne possiamo più di vedere colleghi che si tolgono la vita – dice Calogero Navarra del sindacato Sappe della polizia penitenziaria – Siamo sotto stress per i carichi di lavoro e per la mancanza di personale. Le condizioni del nostro lavoro aggravano la nostre condizioni psichica. Non è possibile che ad ogni suicidio si parli solo di problemi familiari.

Lo stress a cui siamo sottoposti amplificano anche i piccoli problemi di tutti i giorni. L’assistente capo era una persona solare che amava la vita e la famiglia”.

L’assistente capo del Corpo di polizia penitenziaria, originario di Termini Imerese …




Leggi la notizia completa