Un ricordo di Tano De Simone, di Maria Grazia Griffo

 Il pittore Tano De Simone ci ha recentemente lasciati. L’ultimo periodo della sua vita è stato gravato da forti sofferenze fisiche che tuttavia non gli hanno impedito di continuare a manifestare, nel modo intenso e amabilmente burbero che gli era congeniale, amore per i suoi familiari e affetto per i suoi amici. Quando i dolori glielo consentivano, riprendeva a dipingere e a discutere di arte e antiquariato con la curiosità intellettuale che lo contraddistingueva.
Accanto alle sue notevoli qualità pittoriche Tano aveva, come sanno coloro
che hanno avuto il privilegio di conoscerlo, una profonda umanità che lo portava ad amare la vita, come ha testimoniato fino alla fine, ricambiando con uno sguardo o un flebile sorriso le attenzioni di quanti lo hanno incontrato negli ultimi giorni, in ospedale.
Di lui ho ricordi commoventi e non posso dimenticare la sua intima e timida soddisfazione per la mostra personale che nel 2004 l’Ente …




Leggi la notizia completa