Belice.it

DIVINITA’ GRECHE E ROMANE LEGATE ALL’ACQUA (3)

di Elena Manzini
REDAZIONE, 19 GIU – Aci e Galatea – Galatea si chiamava una delle figlie di Nereo che Raffaello dipinse nell’affresco della Farnesina, raffigurandola nuda mentre correva sulle acque, conducendo un cocchio a forma di conchiglia trainato da delfini. Abitava sulla costa della Sicilia dove Polifemo portava al pascolo il suo gregge. Il ciclope, che s’era innamorato di lei, la corteggiava invano suonando il suo zufolo, come narra Teocrito:
O bianca Galatea, perché respingi chi t’ama, tu più bianca del formaggio,
di un agnello più tenera, più altera d’una vitella, più lucente e liscia
dell’uva acerba, tu che mi compari insieme col dolce sonno e ti dilegui
appena il dolce sonno si allontana?
Ma Galatea, narra Ovidio, era innamorata del bel pastore Aci con il quale si univa appassionatamente nei boschetti che costeggiavano il mare, tra mirti, lecci e tamerici. Un giorno Polifemo, dopo avere cantato …




Leggi la notizia completa