Trapani, il Cantiere Navale alla Marinedì di Roma. Cutrona Fiom Cgil: “Adesso il rilancio”

 ”Dopo quattro anni l’area demaniale del bacino di carenaggio è stata assegnata alla società romana Marinedì Srl, ma adesso è indispensabile che il progetto di ristrutturazione delle infrastrutture sia rapidamente esecutivo e si proceda all’assunzione degli ex lavoratori del Cnt, disoccupati dal 2011”.
A renderlo noto è il segretario generale della Fiom Cgil di Trapani Filippo Cutrona da anni impegnato in difesa della riapertura del Cantiere navale di Trapani e del diritto al lavoro delle maestranze.
“Dopo una lunga paralisi – dice Cutrona – il Cantiere navale di Trapani sarà di nuovo operativo. Adesso spetterà alla Marinedì riprendere e rilanciare le attività di riparazione e costruzione delle unità navali, da sempre importanti realtà produttive e occupazionali del porto di Trapani”.
Intanto, i lavori per il completamento e la ristrutturazione del bacino, affidata alla Metalmeccanica agrigentina, sono terminati mentre si aspetta da parte della Regione il finanziamento per il rifacimento dell’ …




Leggi la notizia completa