Strage di rapaci in Sicilia, i dati inediti della politica che dorme e dei fucili che uccidono

Un’esortazione a reagire quella rivolta dal Falcon Conservation, il progetto di tutela dei rapaci siciliani voluto dalla Fondazione Nando ed Elsa Peretti, curato dal prof. Maurizio Sarà dell’Università di Palermo.

Dati sconfortanti sull’impatto dei fucili da caccia così come emergerebbe dall’analisi della banca dati di un solo Centro di Recupero che accoglie la fauna selvatica bisognosa di aiuto. Stante quanto riportato dai ricercatori, che hanno avuto modo di analizzare i dati compresi dal 2001 al 2016, la quasi totalità di Falchi accolti, (solo citando Falchi pellegrini e Lanari) erano stati quasi tutti centrati dai proiettili. I dati esaminati fanno riferimento a circa 150 individui, molti dei quali morti o irrecuperabili. Una media, riferiscono gli esperti, di quasi 10 falconi l’anno, uccisi da bracconieri senza scrupoli e senza nessuna cultura.

Nelle campagne siciliane, affermano dal Falcon Conservation, si spara a qualunque cosa in barba a divieti e limitazioni di aree e/o specie protette. …




Leggi la notizia completa