Luminarie, zampognari e altro. Le spese per il Natale a Marsala

 Gli eventi natalizi, e gli arretrati dell’estate. Sono i contributi che ha cominciato ad elargire il Comune di Marsala. Come ogni fine anno i Comuni si danno da fare a liquidare e deliberare spese per eventi e addobbi.
Quest’anno a Marsala il sindaco Alberto Di Girolamo ha ricevuto tanti complimenti per come è stata arredata la città durante il periodo natalizio, e soprattutto perchè gli addobbi sono arrivati puntuali, prima dell’Immacolata.
Da quello che si vede in giro si percepisce che il Comune ha speso un po’ di soldi per le luminarie.
Luci in via Roma, via Mazzini, e centro storico, con alberi di natale e decorazioni luminose. L’illuminazione natalizia costa al Comune 28 mila 678 euro, ed è stata allestita dalla “Impianti del Popolo Alfredo”, di Catania.
Il primo spettacolo della stagione teatrale firmata Moni Ovadia è stato “Il berretto a sonagli” di Pirandello diretto e interpretato da Sebastiano Lo Monaco al Teatro Sollima. Lo spettacolo è costato al Comune 9.900 euro più 195 euro di manifesti. I quasi 10 mila euro sono andati all’associazione Sicilia Teatro e il ricavato dallo sbigliettamento (15 euro a biglietto) andrà al Comune.
L’amministrazione ha poi acquistato dall’associazione Musikè una serie di animazioni natalizie, come zampognari e Babbo Natale, che sono costati 3.500 euro.
“La carrozza di Babbo Natale” è stata un’altra animazione per le vie della città a ridosso di Natale che l’amministrazione Di Girolamo ha acquistato dall’associazione Las Vegas per 3.000 euro.
Prima della pausa natalizia i dipendenti del Comune di Marsala si sono incontrati tutti per farsi gli auguri. C’era il sindaco e accanto a lui un improvvisato Babbo Natale. Per questo scambio di auguri il Comune ha speso 990 euro di catering con “aperitivo rinforzato”.
All’associazione Il Mulino è stato concesso un contributo di 400 euro per una tombolata natalizia con persone affette da disabilità e cena con i familiari.
Al Santa Claus Villag della Pro Loco MTT l’amministrazione ha pagato gli oneri Siae per 2.500 euro. Sempre di Siae e Vigili del fuoco sono stati impegnati 8.450 euro per le manifestazioni e gli spettacoli programmati per il 2017.
Ogni Natale ci sono musiche e spettacoli, un po’ in piazza un po’ nei teatri. Per gli spettacoli “In…Canto di Natale” al Sollima, e a Piazza Matteotti è stato concesso il pagamento del service audio e luci, 540 euro.
Il Comune come ogni anno liquida un contributo sostanzioso all’associazione Pro Loco di Marsala, quella che ha sede in via XI Maggio. Il contributo quest’anno è di 24 mila euro per “le attività di promozione turistica”.
Inoltre in queste settimane sta liquidando i contributi arretrati ad associazioni e enti che hanno organizzato qualcosa nel 2016. In totale sono stati liquidati 13.066 euro.
Altri pagamenti il comune li eroga ai suoi amministratori. Sono quelli di novembre, per sindaco e assessori: 17 mila euro circa. Agli stipendi ci sono anche i 900 euro per l’assessore Rino Passalacqua per un viaggio a Venezia. Cosa ci è andato a fare? Sull’albo pretorio non c’è traccia. “No, perchè è stato deciso il giorno prima – spiega Passalacqua – sono andato alla premiazione del Mibact per i progetti di riqualificazione urbana che si è tenuta alla Biennale di Venezia, e c’è un progetto su Salinella che ci coinvolge. Abbiamo pagato tanto di biglietto aereo e alloggio perchè abbiamo prenotato poco prima, e Venezia è cara”.




Leggi la notizia completa