Il necrologio di Francesco Messina Denaro anche quest’anno pubblicato sul Giornale di Sicilia

Puntuale come ogni anno, anche questo oggi il Giornale di Sicilia ha pubblicato un’inserzione in ricordo di Francesco Messina Denaro. Ricorre infatti il diciottesimo anniversario dalla morte del boss castelvetranese, padre del super latitante Matteo. Il cadavere di “don Ciccio” fu ritrovato nelle campagne della sua città il 30 novembre del 1998. Per i medici, Francesco Messina Denaro fu stroncato da un infarto. Evidente, comunque, la scelta simbolica di lasciare che il suo corpo venisse rinvenuto in quell’occasione, dopo nove anni di latitanza in cui le forze dell’ordine e le istituzioni non erano mai riuscite ad arrestarlo. Ad accrescere la carica simbolica di tale scelta anche la decisione di far ritrovare il cadavere di “don Ciccio” vestito di tutto punto e pronto per le esequie.
Campiere assieme al figlio Matteo delle tenute agricole della famiglia D’Alì Staiti, Francesco Messina Denaro fu a capo del mandamento di Castelvetrano dopo la guerra di mafia dei primi anni ’80, Condannato a dieci anni dal tribunale di Trapani nel 1989 si rese latitante. Nel 1994 fu tra i 74 mandati di custodia cautelare dell’operazione Petrov.
Essenziale, come sempre, il messaggio del necrologio, che riporta la data del decesso e quella odierna, con in calce la firma “I tuoi cari”. Tra loro, ovviamente, l’introvabile figlio Matteo e la figlia Patrizia, arrestata nell’ambito dell’operazione “Eden” e condannata a 14 anni di reclusione per associazione mafiosa.

The post Il necrologio di Francesco Messina Denaro anche quest’anno pubblicato sul Giornale di Sicilia appeared first on Itaca Notizie.




Leggi la notizia completa