Trapani, La Capitaneria crea tavolo tecnico permanente per il porto

TRAPANI, 29 FEB – Un tavolo tecnico permanente per il porto di Trapani. L’iniziativa è del comandante della Capitaneria di Porto Giuseppe Guccione (nella foto), che ha invitato al primo incontro, in programma il prossimo 3 marzo, il sindaco Vito Damiano e rappresentanti dell’Agenzia delle Dogane, dell’Ufficio Opere marittime del Provveditorato delle Opere pubbliche Sicilia e Calabria di Palermo, dell’Agenzia del Demanio di Palermo, dell’Istituto regionale per le Attività produttive e della Corporazione dei piloti del porto di Trapani.
L’iniziativa nasce dalla volontà di affrontare le problematiche dello scalo trapanese e di ricercare sinergie utili allo sviluppo del traffico marittimo dovuto al venir meno di una serie di linee commerciali come quelle da e per Livorno, Formia, Cagliari e Tunisi che, solo in parte sono state compensate dalle presenze crocieristiche.
Un trend negativo – si legge nella nota diffusa dalla Capitaneria di Porto – che è in parte imputabile alla crisi economica ma che dipende anche dalle carenze infrastrutturali del porto trapanese: la mancata escavazione dei fondali, la mancata rielaborazione del piano regolatore portuale e il mancato completamento delle banchine e dei piazzali nelle aree ASI e del Ronciglio, nonchè dalla mancanza di un’efficace azione di coordinamento tra tutti i componenti del locale cluster marittimo”.

[redazione]

Leggi la notizia completa