Sanremo, vincono gli Stadio


Sanremo, vincono gli Stadio. Assolo di Roberto Bolle sulle note dei Queen. Ospiti anche Renato Zero e Cristina D’Avena – Raffaele emozionata nei panni di se stessa. Bolle balla La notte vola, passo a due con Virginia

Foto Di Claudio Onorati E Ettore Ferrari 14 febbraio 201601:55

FOTO
Gli Stadio © ANSA

SANREMO, 14 FEB – Gli Stadio, con la canzone Un giorno mi dirai, hanno vinto la 66/a edizione del Festival di Sanremo. La band emiliana si è aggiudicata anche il Premio della Sala Stampa Radio-tv-web Lucio Dalla – Sezione Campioni e quello per la Miglior Musica Giancarlo Bigazzi. Gli Stadio hanno vinto anche la serata delle cover con La sera dei Miracoli.

“Io non so cosa dire.. dovrei citare Jovanotti. Sono una ragazza fortunata perché mi avete regalato un sogno”. Sono le prime parole a caldo di Francesca Michielin, arrivata seconda al festival di Sanremo, dietro agli Stadio.
La serata finale del festival di Sanremo l’ha aperta, come annunciato venerdì da Carlo Conti, Francesco Gabbani, il vincitore del girone Giovani con la canzone “Amen”. Ed è stato Il Volo la sorpresa in apertura. Il trio, che l’anno scorso aveva vinto con Grande amore, si è collegato con il festival da New York – dove si trova per il tour mondiale – per fare l’in bocca al lupo agli artisti in gara. Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble e Piero Barone saranno poi protagonisti di tre serate evento su Rai1 a settembre.
Assolo di Bolle sulle note dei Queen – Un assolo di Roberto Bolle su “We Will Rock You” ha inaugurato la serie di ospiti della finale, in un insolito mix di danza classica e rock. Poco dopo torna sul palco e balla “La notte vola”. La super etoile, sorridente e disponibile, dopo l’intervista con Carlo Conti, ha accettato l’invito di Virginia Raffaele per un passo a due sulle note della sigla cult di Lorella Cuccarini.

Virginia Raffaele emozionata nei panni di se stessa – Virginia Raffaele, nell’ultima sera nella parte di se stessa, dopo essere stata Sabrina Ferilli, Carla Fracci, Donatella Versace e Belen. Emozionata, senza la protezione del personaggio, in abito lungo nero con spacco profondo e bottoni arcobaleno, ha ringraziato Carlo Conti. “Ti ringrazio per la tua disponibilità e per il ricordo di questo Sanremo che porterò sempre con me” ha detto e ha mostrato il video di quando, due serate fa, ha messo in testa al conduttore una ciocca bionda della parrucca usata per la sua interpretazione della Versace.
Garko in smoking bianco, passa sotto il sipario – Gabriel Garko arriva in scena passando sotto il sipario, mettendo in evidenza i glutei già apprezzati da Carla Fracci-Virginia Raffaele. In smoking bianco, capelli imbrillantinati, ha tentato di ripetere con Carlo Conti la gag di Nicole Kidman una volta che il sipario è tornato su. Ma il presentatore ha lasciato che scendesse la scala da solo. Prima del suo ingresso, Clementino aveva cantato la sua svolta pop con “Quando sono lontano”, preceduto dal video messaggio di Salvatore Esposito, il Genny di “Gomorra”.
CONTINUA A LEGGERE

 

Leggi la notizia completa